140 La mia Astrologia: Vergine

verginePoi arriva il momento in cui finalmente la luce si abbassa i livelli di irraggiamento tornano ad essere accettabili il tutto si spegne lentamente e torna ad essere sopportabile. Anche se la nostalgia per l’estate e quel non-esser-pieni-di-vita-e-apparenza permangono come sfumatura che genera fastidio, nervosismo e spocchia, Vergine accetta la sua condizione riposante di successore che gli compete. Svolge il suo ruolo con grande competenza e dedizione fino al momento in cui non si stanca ed allora molla il colpo anche se non è mai convint* e spesso pien* di rimpianti. Si circonda di persone dalle quali volentieri trarrebbe la solarità di cui è mancante ma poi non le regge e preferisce desiderarla, la solarità. Vorrebbe ma non può. Amerebbe ma non fino in fondo e allora perché, si domanda? Così arriva l’analisi, il giudizio, la spocchia che può trasformarsi in umorismo freddino ma pungente e sottolineante. Lavorando al processo del seme, seme-al-germoglio-eviinteriorizza e tiene nel sottofondo la sua ricchezza che anche se spinosa e fastidiosa, esiste.  Il suo contatto con il mondo avviene attraverso il filtro dei sensi ma a volte non basta nemmeno quello a tranquillizzarl* per questa ragione abati e madri badesse affollano il segno solare fino al momento in cui finalmente non trovano l’auspicato “Ordine” di cui far parte insieme, preferibilmente che sia Logico e Perfetto, grazie. Molto pres* dall’aspetto materiale della vita seguono il percorso di ciò che serve a loro per vivere infischiandosene di tutto il resto, tranne poi accorgersene sul limite della fredda valle.orologio della vergine Gli capita di rinunciare all’evoluzione personale per timore di perdere qualcosa, qualche pezzetto, qualcosina e così facendo invariabilmente perdono. Ma poi crescono quando la stagione torna buona. In qualche modo usano e fatalmente vengono usat* per scopi materiali e questo l* espone ad alcuni rischi. La soave e sotterranea negazione della vita presente l* pervade epperò ne vogliono carpire il segreto e la malinconica poetica e il tracciato e allora studiano e catalogano finoarchivio_congregazione_ok (1) all’ossessione. Deliziosamente anaffettiv* e anaempatic* si possono riconoscere dallo sguardo in tralice con tanto di battito di ciglia flaff-flaff con cui ricoprono il mondo, giudicandolo. Umore ben disposto all’incostanza nella sua insicurezza del domani trova spazio il grande interrogativo naturale: riuscirò ad arrivare alla prossima feconda stagione? Sopravviverò a questa stagione? Come ho già avuto modo di dire a proposito del Leone l’Astrologia è magica proprio perché include tutto quindi non accanitevi sul Vergine di turno, spesso abbiamo aspetti astrologici incrociati e magari anche condivisi con questo e gli altri Segni Solari, quindi calma e gesso. Alla prossima. Orologio astronomico Padova

Annunci