120 Educare ad alimentarsi non a lamentarsi

IMG-20151006-WA0003Recentemente ho rebloggato il post dedicato alla ‘schiscetta’, così almeno si chiama a Milano, la ‘gamella, gavetta, truscitedda’ etc. etc., ossia il pranzo preparato a casa, che si può portare a scuola, al lavoro, in viaggio, in gita, in spiaggia, in treno, insomma ovunque, che permette di risparmiare su costosi servizi di mensa scolastica, ristoranti o peggio, ma non solo. L’uso della ‘schiscetta’, oltre al risparmio, permette di sapere sempre cosa si mangia, in quanto abbiamo comprato o, meglio ancora, coltivato noi, cucinato e condito noi. Sappiamo cosa ci fa bene o cosa no e quindi

possiamo gestire in piena consapevolezza il nostro cibo senza ingolfare il mondo altrui con le nostre intolleranze alimentari. La preparazione del pasto a casa è ancheschisciando un ottimo esempio di cura casalinga verso le persone ed esempio di parsimonia. Tutte cose fondamentali per l’educazione dei bambini e per la cura che a loro dobbiamo riservare, anche sul piano nutrizionale.

Parallelamente a ciò è fondamentale promuovere, a casa, a scuola, nei gruppi che frequentiamo, la conoscenza culturale della Natura, la sua Bellezza e la sua complessità. Iniziative che promuovono la conoscenza della Natura per bambini sono fondamentali per migliorare l’umore, schiscettal’intelligenza e la loro creatività. Nonostante si senta ancora parlare di ‘macchina naturale’, riferendosi ad un sistema vivente misterioso e misconosciuto, gli organismi viventi e la relazione che essi formano e sostengono a livello del Suolo nel quale coltiviamo i principali alimenti di cui ci nutriamo, costituiscono l’irrinunciabile supporto alla nostra stessa Vita. Anche iniziative come ‘Asilo nel Bosco‘, che operano un avvicinamento reale, fisico, emozionale dei più piccoli ha un importante ruolo nella formazione interiore, biologica, immunitaria, ludica e creativa dei bambini. Respirare, toccare, ascoltare la Natura è fondamentale per crescere armonicamente. E allora, anziché portare i bambini al Centro Commerciale, la domenica, portateli negli Orti Botanici, nei Boschi, nei Giardini storici e prendete loro dei libri che li aiutino nel riconoscimento delle piante, degli ortaggi e dei fili d’erba. Il Suolo è magico e i suoi frutti un portentoso toccasana. Foto dal web tranne la prima, ApeFlora

Annunci