118 Manifestazione a Roma ‘stopTTIP’

orto escholziaNon ho potuto andare a Roma per la manifestazione ma posso linkare 2 articoli ringraziando chi li ha scritti e pubblicati su stopTTIP e Comune -info.
Considerato che per me non si tratta di una scelta ideologica ma ambientalista-esistenzialista, mi vien da chiedermi quanti, tra coloro che manifestano contro il TTIP, operino scelte consapevoli quando fanno la spesa. Quanti tra coloro che manifestano, cercano di fare la

spesa a minor impatto orto effatark con sovescio autunnaleplanetario? Perché, volendosela raccontare tutta bene bene, la gran parte della gente al supermercato si riempie il carrello di plastica bevendo acqua confezionata, bevande gassate e succhi di frutta allo zucchero, cibi pronti/confezionati ai grassi nocivi, carne che cresce in brodi primordiali agli estrogeni/antibiotici, etc. etc. eppoi va in manifestazione a dire stopTTIP, firma petizioni e magari ha anche approvato EXPO2015. Certo che non è né sarà facile, mangiare-alimentarsi rimanendo lontani dagli interessi delle multinazionali del orto insalatacomparto agro-alimentare, collegato a quello petrolifero, ma mi pare che un minimo di coerenza andrebbe praticata quotidianamente e la buona pratica prevede di cercare sul proprio territorio piccoli produttori (anche in proprio, su piccoli appezzamenti) che lavorino con serietà e correttezza. Non è facile ma nemmeno impossibile, soprattutto nei pressi delle grandi città. Cercate nel vostro territorio GAS (Gruppi Acquisto Solidale) che abbiano fornitori orto effatark camaiorepiccoli o piccolissimi, andate a visitare le loro sedi e i loro orti e non sentitevi, per ciò stesso, appartenenti ad una casta superiore…state facendo solo il vostro dovere di cittadini consapevoli. In fondo chi diceva che ‘votiamo facendo la spesa’ aveva (e ha) perfettamente ragione! Grazie a Effatark di Camaiore e Fabio Michelacci di Cesenatico, per le immagini degli orti sinergici.

Annunci