27 Fattoria in Abruzzo tra orto scultura cavalli e cavilli

Abruzzo orto

Ho incrociato il mio host abruzzese in una telefonata. Mi ha aiutata a capire meglio una situazione critica nella quale mi sono trovata nell’alto Lazio. Non che servisse ma ha confermato che il rapporto host-wwoof è da considerarsi paritetico e che non possono essere accettate aggressioni verbali o di alcun altro tipo nella relazione personale e lavorativa. Le ultime parole famose diceva mia nonna. 

Esattamente come in ogni altro rapporto di lavoro dico io. La parola di uno inserito nell’organismo wwoof è stato utile ascoltarla. Eh già. Sulla scorta di questo occasionale contatto telefonico abbiamo concordato di provare un periodo breve di lavoro nella sua fattoria che ospita prevalentemente attività con cavalli e viaggiatori. Ho lavorato principalmente nell’orto e solo sporadicamente con i cavalli che sono esseri estremamente sensibili e in quanto tali molto irritabili e inquieti. Con l’occasione ho scoperto che sono molti (a volte insospettabili) a pensare che siano esseri stupidi. Qualcuno sorriderà. Anch’io. Pensando a chi lo pensa. 

Cavalle

Mi spiace per loro. Gli umani che lo pensano intendo. Che s-pensino. Mentre dall’orto guardavo sfrecciare il fantastico stallone dell’equino gruppetto proiettato verso la sua bella al pascolo tra i grilli amavo chiacchierare (rigorosamente in inglese sigh) con un ragazzo olandese volontario viaggiatore mistico e scultore molto attivo e impegnato anche sul fronte sportivo. Mi ha aperto il mondo dell’incontro tra piano divino e piano fisico che potete approfondire qui http://www.ywamfreesports.com/team.html.

Marcel e la sua opera con Chelsie e Dan

L’esperienza si è allargata nell’amicizia con ragazzi americani (miei ospiti nel corso del loro viaggio attraverso l’Italia) e italiani (completamente persi di vista). E’ stato impegnativo e a tratti umanamente defatigante e diciamo che per l’ennesima volta ho visto tutto il mare che passa tra il dire il fare ed ho capito che per qualcuno la ‘dieta vegetariana‘ è da intendersi come una dieta quasi esclusivamente a base di pasta quasi completamente priva di frutta verdura soja. Abruzzo bellissimo arrivederci !

Double Rainbow

Tutti gli scatti di questo articolo sono di Ebe Navarini The Unplugged Writer it’s me 

Annunci