16 Associazione Basilico

2 3 14 Prato Magno

Fuoco Terra Aria Acqua Etere Quando è stato programmato l’incontro con il gruppo di Marilia Zappalà (mia Tutor di percorso di accreditamento in Permacultura) mi trovavo da cari amici a sud di Arezzo. Proprio quel luogo che nel breve giro di pochissimi giorni

ha ospitato le improvvise forme di Prove Esistenziali di notevole spessore per i nostri ospiti e anche per noi. Io all’epoca facevo la spola con Montevarchi dove stavano alcuni amici con i quali mi sarebbe piaciuto dare consistenza condivisa ad un progetto in permacultura in una piccola ma interessante area di loro proprietà. E quanto è difficile stemperare i freni interiori e condividere! A volte per non prenderci cura delle cose semplicemente le abbandoniamo o facciamo in modo che ci abbandonino. Ma evviva andava vista anche quella dimensione. 

Passeggiata

In quei giorni Marilia aveva organizzato un incontro con i suoi ‘tutorati’. Per me non è stato facile incontrare il gruppo essendo a disagio per le mie recentissime traversie. Ma a quanto pare anche quel passaggio andava affrontato. Beati gli ignoranti che pensano di schivare le sofferenze esistenziali! Non che il dolore sia necessario come impartitoci dalla norma religiosa! E’ un mezzo che tutti dobbiamo attraversare per testare le nostre dimensioni interiori. E tutti davvero tutti lo devono attraversare compresi quelli che non lo vogliono o schivano nevvero? Anzi meglio essere belli presenti a se stessi quando accade di attraversare una Prova. La distrazione potrebbe giocare brutti scherzi e creare un pesante carico di debiti energetici. Va bene. Enzo parlando con altre persone del gruppo mi ha aiutato a focalizzare quanto il sentiero sottile personale reale non teorico o tecnico sia importante. Non si arriva alla realizzazione del proprio progetto se non passando attraverso i propri meccanismi interiori compresi quelli che fanno cilecca o che scricchiolano sotto il peso delle Prove. E’ un modo per verificare la struttura. I terremoti mettono alla prova le struttura rigide. Le elastiche assorbono il movimento e lo distribuiscono fino al suo esaurimento. Ma com’è difficile saperlo! Grazie Volpe! 

Ayurveda 5 elementi 3 dosha

Annunci