123 1:1 (uno-a-uno)

albero-maestosoLa sola scala che conosciamo personalmente, quella che i sensi misurano in diretta, in proprio: la scala uno-a-uno. Vedere: un oggetto, un soggetto, una persona, l’amore, la bellezza, un luogo, un animale, una corteccia, un insetto-stecco, la pelliccia di un leopardo (addosso al leopardo), la muscolatura di un predatore, le orecchie di una preda, il nulla senza fine, le ali della libellula, il manufatto, la pietra scolpita, il sasso, la linea, la ciocca di capelli sulla spalla, la goccia salata che evapora, il prato spoglio e deserto, il fiore, la faccia dell’innamorato, l’amico, l’amica, lo sconosciuto, il libro, la lavagna, la carta dei tarocchi, le figure colorate, i disegni a pastello. Sentire: macchine, voci in strada,

Continua a leggere

122 Spazi periurbani da restituire alle comunità locali

In meditazione attiva mentre si materializza il mio pezzetto di terra da coltivare sul quale vivere e lavorare (se qualcuno avesse da proporre, si faccia avanti) mi piace giro-vagare in bicicletta per i luoghi che lascerò, appena possibile. Faccio fotografie, chiacchiero, penso e pubblico. L’illusione del progresso con la P maiuscola, la favola dello sviluppo con la S maiuscola e il malinteso sogno post-bellico della ricostruzione, con l’aiuto del capitalismo, hanno giustificato la realizzazione di estesi comparti industriali alle porte delle principali città e/o a

Continua a leggere

Link

http://m.repubblica.it/mobile/r/sezioni/economia/2015/05/10/news/latouche_decrescita_felice-113782708/

Latouche: “L’economia ha fallito, il capitalismo è guerra, la globalizzazione violenza”

di GIULIANO BALESTRERI

Il teorico della decrescita felice interviene al Bergamo Festival: “Il libero scambio è come la libera volpe nel libero pollaio”. E poi critica l’Expo: “E’ la vittoria delle multinazionali, non certo dei produttori. Serve un passo indietro, siamo ossessionati dall’accumulo e dai numeri”

Continua a leggere

120 Educare ad alimentarsi non a lamentarsi

IMG-20151006-WA0003Recentemente ho rebloggato il post dedicato alla ‘schiscetta’, così almeno si chiama a Milano, la ‘gamella, gavetta, truscitedda’ etc. etc., ossia il pranzo preparato a casa, che si può portare a scuola, al lavoro, in viaggio, in gita, in spiaggia, in treno, insomma ovunque, che permette di risparmiare su costosi servizi di mensa scolastica, ristoranti o peggio, ma non solo. L’uso della ‘schiscetta’, oltre al risparmio, permette di sapere sempre cosa si mangia, in quanto abbiamo comprato o, meglio ancora, coltivato noi, cucinato e condito noi. Sappiamo cosa ci fa bene o cosa no e quindi

Continua a leggere

EVVIVA LA SCHISCETTA! Un’occasione per un vero gesto educativo.

il blog di cami&juan

schiscetta

Prendiamo spunto da un articolo di un quotidiano per parlare di alimentazione nelle scuole.

Per noi uno dei valori più significativi  è la libertà. Lasciare scegliere i genitori se e come nutrire il propri figli ci sembra un’ottima idea.

http://www.lastampa.it/2016/08/31/cronaca/il-miur-si-arrende-il-pasto-da-casa-diritto-di-tutti-Tzf5T0X5pfYWB9jaa0rtRI/pagina.html?utm_source=dlvr.it&utm_medium=facebook

Tanti anni fa chi aveva qualcosa da mangiare a scuola era perché se lo portava da casa.

Ma erano altri tempi.

Poi la scuola ai nostri tempi (non tanto tempo fa) aveva la mensa interna: cuochi fissi assunti regolarmente, cibo a km zero, del territorio comunale  insomma.

2016-08-05 16.22.09

Poi è venuto il tempo delle esternalizzazioni. I Comuni hanno dato in appalto all’esterno la fornitura delle mense. Il risultato è che ora la distribuzione del cibo per le mense è in mano a 4 o 5 multinazionali.

https://en.wikipedia.org/wiki/Sodexo

La schiscetta può essere un’occasione per un vero gesto educativo nei confronti dei nostri figli.

Ci occupiamo di loro; la sera prepariamo loro uno o…

View original post 198 altre parole

In una riserva indiana sono stati riportati alla luce dei semi di zucca dopo 800 anni — Ciboprossimo

Uno scavo archeologico nella First Nation’s Menominee Reservation in Wisconsin ha dato risultati inaspettati quando è stato scoperto un vaso di argilla delle dimensioni di una palla da tennis. Dopo la datazione al carbonio, è stato scoperto che il vaso aveva più di 800 anni, e conteneva una varietà di semi di una specie di zucca ritenuta estinta. Un gruppo di […]

via In una riserva indiana sono stati riportati alla luce dei semi di zucca dopo 800 anni — Ciboprossimo

11 giugno 2016: No corrida day – In 26 città italiane si protesta contro la tauromachia

NO CORRIDA DAY 11.6.16

Circolo Vegetariano VV.TT. Treia

Nelle 26 città italiane in cui si tiene la protesta, si raccoglieranno le firme da presentare al Parlamento Europeo per l’abolizione di spettacoli di tauromachia; di recente lo stesso Parlamento Europeo ha approvato un emendamento che cancella dal bilancio i sussidi per gli allevatori di tori da combattimento.

Attivisti appartenenti a diverse sigle animaliste saranno in piazza per chiedere l’abolizione della corrida e di ogni forma di tauromachia con una protesta pacifica e scenografica: gli animalisti saranno schierati con cartelli e striscioni e vestiti nei colori della corrida, rosso e nero, mentre figuranti rappresenteranno toro e torero.

Ci saranno interventi per informare sulle implicazioni della corrida in termini di sfruttamento, crudeltà e spreco di denaro pubblico. Verrà condannata ogni forma di tauromachia tutt’ora praticata soprattutto in Spagna, Portogallo, nella Francia del sud e in larga parte dell’America Latina; l’Italia non è esente da questi spettacoli: infatti esistono corse di buoi…

View original post 217 altre parole

Permaculture Lifestyle Course

Paradiso Ritrovato

The Permaculture Lifestyle Course is an international Youth exchange that will take place in Teepee village of the swiss eco-village of Essertfallon- Switzerland from the 18th to 30th of July  2016, including travel days.
PLC is a skills-based permaculture course focused on resilience and regeneration.

View original post 232 altre parole

118 Manifestazione a Roma ‘stopTTIP’

orto escholziaNon ho potuto andare a Roma per la manifestazione ma posso linkare 2 articoli ringraziando chi li ha scritti e pubblicati su stopTTIP e Comune -info.
Considerato che per me non si tratta di una scelta ideologica ma ambientalista-esistenzialista, mi vien da chiedermi quanti, tra coloro che manifestano contro il TTIP, operino scelte consapevoli quando fanno la spesa. Quanti tra coloro che manifestano, cercano di fare la

Continua a leggere

117 Permacultura non è una tecnica agricola

BR 280420161217BR 280420161236BR 280420161243…quindi, anche se potrebbe rivelarsi molto simpatico costruire giochi di parole su questo diffuso fraintendimento lessicale, questa materia di studio, non può essere definita ‘biologica’. Certo anche la Permacultura si occupa di Bios ossia del principio della VITA ma non lo fa da dentro una tecnica agricola, bensì da dentro un sistema di Principi Etici che a partire

Continua a leggere

116 Parassiti e predatori: piralide del bosso e lucertola

Con l’insegnante di Botanica sistematica, Laura Cinzia Bassi, agronoma, abbiamo parlato in aula del parassita Piralide del Bosso di provenienza asiatica, al momento evidentemente in pieno banchetto in alcune siepi qui al Parco di Monza. Lo sviluppo della cydalima perspectalis, piuttosto avanzato in questa fase stagionale, normalmente viene contra180420161109stato con trattamenti chimici e al momento non vengono segnalati predatori naturali nelle schede che ho consultato (velocemente) sul web. Senonché ieri passando di fianco alla siepe mi cade l’occhio su certi strani movimenti tra le foglioline del bosso e cosa vedo? Una lucertola bella grossa e lucida svettante tra i rametti e alcune piccole lucertoline al seguito, dispiegate in vari punti della siepe. Possiamo ipotizzare che la lucertola sia il predatore locale della Piralide del Bosso? Potrebbe essere il classico esempio di auto-organizzazione della Natura? Forse non sono necessari trattamenti chimici ma basta attendere che le cose semplicemente accadano … Ho proposto alla Laura Cinzia Bassi di fare un esperimento di non-intervento su questa siepe, vediamo cosa ne pensa … Meditate gente, meditate😉

115 Voto SI ma senza frottole

illusioneAnche se tutti, compresi quelli che usano il sistema per scopi personali, sappiamo che i partiti occupano militarmente il mondo dell’associazionismo in Italia, al Referendum di domani, andrò a votare SI. Anche se con il voto di domani non si esaurisce affatto l’argomento, come partiti e (alcune) associazioni  vorrebbero farci credere ed anzi proprio per questo, andrò a votare. Anche se i corpi intermedi con la loro connivenza, suicidano la volontà di partecipazione femminile e giovanile e offuscano colpevolmente la consapevolezza ambientalista, andrò a votare SI. Andrò a votare anche per non cedere all’astensionismo che mette a rischio i minimi spazi residuali di democrazia partecipata. Anche se quello slogan fintamente ottimistico e vanaglorioso ‘STOP TRIV’ non è affatto l’argomento del Referendum, considerato che più di un centinaio di piattaforme continueranno a trivellare fino ad esaurimento, andrò a votare SI. Anche se probabilmente dietro questa farsa ci sono interessi economico-politici, preferisco andare a votare consapevolmente piuttosto che no. Da che parte sta l’illusione?

114 Sensazioni e Sensazionalismo

balene_16Stavo preparando un lungo articolo tutto bello organizzato ma non c’è tempo e quindi abbrevio, magari, saggiamente. Voterò SI al Referendum e tuttavia, vorrei manifestare la ‘sensazione’ che sulla questione del Referendum del 17.4.16, noto anche come ‘NO TRIV’, si stia facendo pessima o carente o incompleta o distorta o come si dice nel titolo, ‘sensazionalistica’, informazione. Si sta cercando Continua a leggere

113 Lavorare al Verde

01042016898Lavorare e studiare, cucendo insieme tutte le esperienze degli ultimi anni in un tessuto unico e in un disegno riconoscibile. Farlo nel migliore dei modi, per sé, il prossimo, gli amici che ci danno una mano, i luoghi, la vita del Tutto, preservando la biodiversità umana e ambientale. Seguiranno foto e aggiornamenti nei limiti del pochissimo tempo disponibile.

112 Toscana a dicembre 2015

BR 300 IMG_3283Post ritardatario! In una giornata veramente uggiosa e molto umida abbiamo viaggiato (quasi) alla velocità della luce per allontanarci dalla Padania ed arrivare sulla costa toscana per visitare un sito di proprietà di amici. Coni prospettici verso il mare, alberi di ulivo, rapporti di vicinato, ulivi, fichi, scarpate, erosione, confini, alloro da distillare e qualche idea …

BR 300 IMG_3304 BR 300 IMG_3403 BR 300 IMG_3412 (27) BR 300 IMG_3323 BR 300 IMG_3407

111 Entroterra del Garda e domande

BR 300 IMG_3465

Visita in questi giorni, nell’entroterra gardesano veronese al realizzando progetto denominato BR 300 IMG_3540altrovivere dalla sua promotrice, collega di PDC negli anni passati, Tiziana. Come sempre in questi casi, il luogo è incantevole e le cose da fare moltissime esattamente quante le cose già fatte da coloro che, insieme a Tiziana, vi si sono dedicati. Poi, una volta in treno nella fase di rientro BR 300 IMG_3467nella città tentacolare da luoghi in cui la Natura BR 300 IMG_3478regna, gli interrogativi non si fanno attendere: per applicare la Permacultura è necessario possedere una terra? E’ veramente possibile applicarla lavorando la terra altrui? Come lavorare solo per se stessi? Quanti permacultori applicano le tecniche direttamente e personalmente? Come vivono? Quanti permacultori la insegnano soltanto? Come vivono? E’ veramente necessario venire a patti con il ‘nemico’ (v. multinazionali, mercato, mondo della finanza e della ricerca, strutture sociali e politiche conniventi con il sistema della cosiddetta ‘crescita’ ossia la macro-illusione e altri miti … etc. etc.) per guadagnare e vivere? Come conoscere, progettare, esperire non avendo terra e pariteticamente non divenire solo ‘operatori’? E’ un limite o un valore (sicuramente non un mero e vuoto, ruolo) l’età? E’ un limite o una valore il riconoscimento della propria imperfezione? In attesa di dare un senso compiuto al tutto un veritiero grazie a Tiziana per la sua ospitalità e alcune immagini del suo e altrui, lavoro.

110 Triangoli triumviri trigoni trinità

Procedendo con gli appunti condivisi sui simboli dell’aggregazione umana, ci imbattiamo nella figura alquanto pungigliosa del triangolo. Rappresentazione perfetta del triangolo Torre_di_Montegualtieri_(TE)fortilizio (almeno a livello mentale) nella realtà non incontriamotriangolo Flatiron-01 spesso questa configurazione nella piena matericità architettonica. Molte strutture, anche biologiche, sono ‘riconducibili’ ad esso ma la verità è che il triangolo si sottrae alla materia, come a ricordare che la sua forza debba rimanere essenzialmente simbolica per evocare ‘sottilmente’ lo stato di perfezione a cui (noi) aspiriamo. Nella concretezza, esprime meglio tensioni, contrafforti, triangoli musivi 25032014518forze, intrecci e graticci, tessiture, tagli e composizioni, superfici svettanti perfette o lisce, più che vere e proprie realizzazioni volumetriche. Certo gli esempi non mancano: antiche torri, edifici spettacolari in angoli risicati delle città, costruzioni storiche che offrono occasione per sperimentare l’angolo e le sue contrazioni. Così come il cerchio richiama l’elemento acqua, con la sua fluttuante realtà, il triangolo per definizione, richiama l’elemento fuoco o sua Continua a leggere

109 Cerchi cerchietti circuiti e circoli

cerchio umanoLa potenza del cerchio è eterna, bellissima e insidiosa. Come molti altri hanno già avuto occasione di scrivere, studiare, pensare, il ‘centro del simbolico cerchio dell’universo, il Luogo Immutabile nel buddhismo’, altresì connesso alla simbologia dell’Albero della vita > centro dal quale tutto si diparte < è simbolo iniziale, padre/madre/figlio, generatore, formatore, monomito, manifestazione. Arriviamo Sole2da quel centro e lì ritorniamo seppur al fine di interminabili e perigliosi pellegrinaggi torno torno. Nella transumanza umana sulla Terra nostra Madre, disegniamo percorriamo e ritorniamo a capofitto su e giù per  milioni di cerchi che ci piaccia o meno e che ne teniamo conto oppure no. Il simbolo è così potentemente radicato in noi che persistiamo nel riprodurlo in ogni attività, collettiva e/o individuale. La sua adozione nei raduni può rappresentare condivisione se ci ritroviamo tutti a discutere oppure separazione se siamo il ‘direttivo’, apertura se

Continua a leggere

108 Senza esagerare … un augurio però, si può fare!

Senza esagerare … un augurio però,
si può fare!
Girare per la notte, può compensare,
una domanda che si vuol domare!
Eccoci di nuovo nel rito, ritti
come candele del cuor corrente!
Senza esagerare…una rima riccia però stanotte, 
si può fare! 
Ebe
 2016 happy-new-year-2016-5

 

107 29122013 ode al cane

Quando la Luna voleva entrare, il ciglio del sonno era ormai sciolto ed aprimmoIMLPT quando la luna voleva entrare 070120153814 BR IMLPT casa sull'albero IMLPT

Ode al cane (P.N.) “Il cane mi domanda ed io non rispondo. Salta, corre pei campi e mi domanda-senza parlare-ed i suoi occhi-son due domande umide, due fiamme-liquide interroganti-ed io non rispondo,-non rispondo perché-non so e nulla posso dire. In mezzo ai campi andiamo-uomo e cane. Luccicano le foglie come-se qualcuno-le avesse baciate-ad una ad una,-salgono dal suolo-tutte le arance-a collocare-piccoli planetari-in alberi rotondi-come la notte e verdi,-ed uomo e cane andiamo-fiutando il mondo, scuotendo il trifoglio,-pei campi del Cile,-fra le limpide dita di settembre. Il cane si arresta,-corre dietro api,-salta l’acqua inquieta,-ascolta lontanissimi-latrati,-orina su una pietra-e porta la punta del suo muso-a me, come un regalo. Tenera impertinenza-per palesare affetto!-E fu a quel punto che mi chiese,-con gli occhi,-perché ora è giorno,-perché verrà la notte,-perché la primavera-non portò nel suo cesto-nulla-per cani vagabondi,-ma inutili fiori,-fiori ed ancora fiori. Questo mi chiede-il cane-ed io non rispondo. Andiamo avanti,-uomo e cane, appaiati-dal mattino verde,-dall’eccitante vuota solitudine-in cui solo noi-esistiamo,questa coppia di un cane rugiadoso-ed io poeta del bosco,-perché non esistono-uccelli o fiori nascosti,-ma profumi e gorgheggi-per due compagni,-per due cacciatori compagni:-un mondo inumidito-dalle distillazioni della notte,-un tunnel verde e poi-una prateria,-una raffica di vento aranciato,-il sussurro delle radici,-la vita che cammina,-respira, cresce,-e l’antica amicizia,-la gioia-d’esser cane e d’esser uomo-tramutata-in un solo animale-che cammina movendo-sei zampe-ed una coda-con rugiada.”

106 Il suolo – un patrimonio da salvare

Ok, ne sono consapevole. Il video è davvero piuttosto brutto, secondo me, a causa della grafica primitiva e rigida ed anche di un audio pessimo con molti fastidiosi disturbi di fondo. Per gli ambientalisti della domenica e/o da scrivania, tutti presi dal green-style, sarà addirittura inguardabile. Ma una cosa si salva: l’argomento trattato. La percezione del suolo come di un essere vivente, è molto lontana dai circoletti degli amichetti della natura, ma è fondamentale per la Vita. Quindi: in attesa che qualche anima buona si prenda la briga di fare un cartoon sensato e con un sound decente (io non ci sono riuscita a fare il mio cartoon … ), riproduciamo almeno questo …

105 Luca Lombroso e Clima


cambiamenti-climatici-1080Luca Lombroso su COP21 e CLIMA … per sostenere l’attenzione sui temi ambientali ‘globali’ che dipendono ANCHE dai comportamenti dei singoli (immagine dal weeeb) ma soprattutto sono l’immagine riflessa, sul mondo materiale, della nostra consapevolezza interiore.

104 Gli errori della ricerca spirituale

tra-cielo-e-terraRingrazio PerAnkh e Re Interiore Blog e l’autrice del volume, Mariana Caplan, per la condivisione di pensieri ed esperienze. Ritengo che manchino alcune voci, nell’elenco delle 10 distorsioni, è tuttavia molto importante che quell’elenco, esista. Riproduco di seguito l’intero post (del 2013) da loro pubblicato e invito alla lettura in quanto esso non vale solo per il mondo della pseudo-spiritualità, sia chiaro, ma in quel mondo la violenza si traveste meglio rendendo più difficile riconoscerla. Per questa ragione l’argomento merita attenzione.

“Il momento cari amici è arrivato: finalmente qualcuno ha messo in parole lo strano disagio che pervade ogni persona di buon senso di fronte a scenari di stucchevole new age, percorsi iniziatici di dubbia sostanza, sfrenati shopping spirituali o gare agonistiche tra chi pensa di avere l’aureola più luminosa. Noi di Spaziomente, sempre più concretamente attratti da sani e concreti scenari interiori e sempre più insofferenti di fronte allo scempio offerto da movimenti autoproclamanti spesso asserviti al denaro e al potere sul prossimo

Continua a leggere

103 Permacultura: compendio delle nozioni di base

Cosa è la pc: La parola “permacultura” è stata creata da Bill Mollison e da David Holmgren a metà degli anni ‘70 in Australia per descrivere un sistema integrato ed evolutivo di specie vegetali ed animali, perenne o auto-perpetuante, ed utile all’uomo. Deriva da permanent culture e permanent agriculture, cultura e agricoltura permanente. Si basa su: scienza, ecologia, ricerca, tradizioni e saggezza popolari, buonsenso, e molto altro.
Definizione di pc: la permacultura è un metodo di progettazione per realizzare ecosistemi umani stabili, sostenibili, resilienti, efficienti.
Definizione di ecosistema: unità funzionale fondamentale in ecologia, è l’insieme degli organismi viventi e delle sostanze non viventi con le quali i primi stabiliscono uno scambio di materiali e di energia, in un’area delimitata, per es. un lago, un prato, un bosco ecc. Testo di Elena Parmiggiani.

102 Clima e dintorni

Br 500 IMG_3259Eravamo veramente in poche centinaia in Darsena il 29.11.15 per il raduno sul Clima e in più l’attenzione di tutti era principalmente rivolta alla fatidica FOTO di gruppo in posa, da pubblicare da qualche parte su FB. Parallelamente, noi che ci siamo fatte qualche chilometro a piedi sul Naviglio Grande, abbiamo incrociato le molte migliaia di persone che sfilavano strette strette davanti alle bellissime bancarelle del

Continua a leggere

101 Ape Flora Progetti-amo con la Natura

PICCOLADopo la Festa della Solidarietà 2015 di Corsico, Ape Flora progetta e inventa. A breve, aggiornamenti sulle nostre idee🙂

100 Corpi Intermedi ectoplasmatici

APE progetto di riqualificaz di Ebe NavariniAllora direi che possiamo fare così: inizio postando tutti i post –66 78 82 89 93 94 95 – pubblicati negli ultimi mesi relativi al mio Progetto APE (Aula Permanente Emergente Ecologica Educativa) per Casa Aurora, poi esprimo tutti belli ordinati i miei punti di vista sull’argomento dopodiché non avrei altro da aggiungere su questa faccenda. Il Progetto APE (Aula BR 500 Ape Flora 04102015412Permanente Emergente Ecologica Educativa) per Casa Aurora, ripetutamente e apertamente condiviso era ed è costituito da un organico insieme di iniziative e processi culturali-ambientalistici-didattici finalizzati al recupero sociale dello spazio fisico e naturalistico ma dopo la Continua a leggere

99 Il verme tagliato perdona l’aratro?

Citazione

Paistu_Põrguorg,_Varstu_oja_1

“L’aratro è una delle invenzioni più antiche e più preziose dell’uomo, ma molto prima che fosse introdotta, il suolo era in realtà arato regolarmente dai lombrichi e non smetterà mai di esserlo. E’ lecito dubitare che esistano molti altri animali il cui ruolo, nella storia del globo, abbia avuto un’importanza pari a quella di queste creature d’organizzazione così inferiore”. C. Darwin (foto da concorso fotografico scientifico di wikipedia). (NdR In realtà molti milioni di ettari di suolo, a causa degli abusi con sostanze chimiche, arature e ignorante incuria, hanno smesso di essere arati dagli aratori ufficiali.)

98 Food Forest in mezzo ai Sassi (della Val Marecchia)

BR 500 17102015456Eravamo in mezzo ai Sassi che se ne stanno appoggiati sulla famosa Coltre argillosa della Val Marecchia a studiare come fare e a capire cosa sapere per realizzare una Food Forest ossia una foresta commestibile. Che uno la legge così, due parolette messe lì pure in inglese, e sembra una cosa che, ci vuole più a dirla che a farla. Sbagliato. Ci vuole meno a dirla che a farla anche perchè, una cosa è mettere in BR 500 17102015476terra le piante, sia anche con la fantastica tecnica virgineo-bilancinesca di Michele, e un’altra cosa è sapere cosa mettere, perchè, come e dove. Come tutte le questioni che afferiscono alla poliedrica e olistica formazione in Permacultura, richiedono studio, capacità di osservazione, lettura spaziale, memoria, modestia nell’approccio, condivisione e parecchio altro. Tutta roba che, ad un attento BR 500 17102015503ascoltatore/studente, risuona nelle orecchie partecipando alle lezioni dell’ Elena Parmiggiani, insegnante del Corso che si è tenuto la settimana scorsa al B&B Sasso Erminia in Val Marecchia, appunto. Il luogo energeticamente conciliante e la bellezza naturalistica hanno accolto il gruppetto di volonterosi studenti/ospiti e anche aiutato i ragazzi del Sasso Erminia, Andrea e Patrizia, a stabilizzare una impronta di autosufficienza alimentare, BR 500 17102015480nient’affatto trascurabile, attraverso le conoscenze e l’esperienza di una insegnante della Accademia Italiana di Permacultura. Abbiamo seguito le lezioni, progettato in astratto e poi in concreto (mica si impara in un w-e, seppur lungo, a progettare!), mappato, piantumato e trapiantato anche una siepe protettiva, oltre alla Food Forest. Ma rientrando alla base, dopo una sosta a Reggio Emilia, BR 500 18102015521riflettevo su un tema di non poco rilievo. Pensavo a quanto sia importante che, alla progettazione con strumenti permaculturali, ad esempio nella realizzazione di un posto ecosostenibile, sia affiancato un Corso di Progettazione in Permacultura, in quanto non è possibile Essere in questa dimensione, senza svolgere, conoscere e approfondire responsabilmente (in prima persona) sperimentando il processo che porta in quella direzione, se non a rischio di ‘volgarizzazione’ di una disciplina che merita grande attenzione. Questa consapevolezza, oltre agli BR 18102015514insegnamenti, che arrivano sempre più profondamente, più procedo su questa strada, e più fortemente si radica in me. La formazione continua e attiva è un modo per rimanere vivacemente vicini a questa dimensione che richiama la completezza dell’esistenza. Grazie Elena, Diego, Michele, Giulia, Marco, Patrizia, Mirca, Andrea, Alice, Antonella e Balto.

97 La Natura non è un soffio

limes Invito_Limes_CartografiaLa Natura non è un soffio (da Cesare Pavese), strana e interessante Mostra dedicata alla mappatura (di Laura Canale) sull’influenza dei cambiamenti climatici sui sistemi politici mondiali. Nel caso servissero altre conferme, la questione dei cambiamenti climatici ci BR 500 IMG_3150riguarda così profondamente tutti quanti che non è più possibile parlare di trasformazioni geo-politiche non parlando anche di clima, che a sua volta è influenzato dalle scelte macroscopiche dei governi, planetari. Ebbene sì, non solo il cima è planetario, lo sono anche i flussi di denaro, gli interessi personali e collettivi, i flussi di materiali plastici che usiamo quotidianamente, le sostanze inquinanti che caviamo dalle miniere (geolocalizzate) per avere tutti i bei prodotti di cui ci circondiamo che a un certo punto restituiamo al suolo sotto forma di prodotto inquinante inestinguibile, nei fiumi e nei mari etc etc. Queste mappe sono un importante contributo alla conoscenza. A parte l’invito di testata, tutti ma proprio tutti gli scatti sono di Ebe Navarini TheUnpWr 2015

                 BR 500 IMG_3126BR 500 IMG_3125BR 500 IMG_3133

96 Estratti sul tema della Natura

allen-ionescoIl gioco consiste nel non citare le fonti esterne da cui arrivano i brevi testi trascritti oggi e la saggezza consiste nel prenderne mentalmente nota, indipendentemente dalla conoscenza dell’ autore. A titolo informativo, posso dire che non trascrivo con un ordine, una sequenza ma nell’ordine in cui gli scritti arrivano agli occhi. La definirei, narrazione empatica. Ad esempio sulla storia del paesaggio, inserirei questo appunto “(…) Sembrerebbe un esercizio doloroso come se la griglia di forme semplici che l’uomo

Continua a leggere

95 Bambini e Flora spontanea

BR 1000 Dario e Ape Flora ai trucchi 04102015367Io e Ape Flora (Lucia Maccagnola, qui a fianco nella foto, al trucco eseguito dall’acquarellista Dario Sgarzini) abbiamo architettato un bel ‘tranello educativo‘ per i bimbi: farli giocare (Ape Flora) creativamente con la Natura attraverso l’Osservazione della Flora spontanea di Casa Aurora. A quanto pare, la cosa ha funzionato. A qualcuno sembrerà banale, ma vi assicuro che permettere alla Natura di far crescere spontaneamente le sue belle piante è tutt’altro che un’impresa banale e infatti ci sono voluti 6 mesi di lavoro e cura per poter avere erba alta, fiori e piante commestibili, frutti buonissimi. Ora questo luogo inizia ad avere un BR 1000 il trucca ape inizia 04102015364carattere e una personalità, spiccate. Ma il lavoro non è finito, anzi, ci sono molte altre cose da fare ma almeno il processo di riqualificazione culturale e ambientale di questa area residuale urbana, è partito. Ricordiamo infatti che il Suolo, la Terra e la Cura che dedichiamo ad essi sono, Cultura. Le conoscenze e lo studio che mettiamo in campo occupandoci di lei, la Terra/Suolo, sono Cultura. La dedizione e la passione che investiamo per la sua Cura, sono Cultura. Ed anche le BR 500 Ape Flora 04102015412intemperanze che emergono quando tutto ciò viene ignorato, sono Cultura. Perché la Cura per la Terra/Suolo, è la manifestazione concreta dell’indissolubile legame che tiene insieme la Vita Umana e la Vita nella sua Essenza più pura e arcana. Speriamo che continui, progredendo nel miglioramento della comunicazione umana, nel rispetto per le persone e i luoghi, nelle iniziative individuali, nella responsabilizzazione diretta di ciascuno e tutti. Insomma, che evolva. Grazie, alle persone che hanno capito.

BR 500 Ape Flora 04102015428BR 300 Ape Flora 04102015411BR 300 Ape Flora 04102015408BR 300 Ape Flora 04102015409 Tutti ma proprio tutti gli scatti sono di Ebe Navarini TheUnpWr 2015.

94 Acquarelli Botanici a Casa Aurora °::° Accorrete Accorrete!! °::°

BR 500 IMG_2671BR 500 IMG_2666BR 500 02102015342                  Domani 4.10.15 dalle 14:00 alle 18:00, nel contesto del Progetto APE (Aula Permanente Emergente Ecologica Educativa) per la valorizzazione culturale/ambientale della Casa Aurora (via IV Novembre 63 Corsico MI) e del suo giardino/frutteto, ho invitato anche l’amico pittore e calligrafo Dario Sgarzini, ad esporre alcuni suoi acquarelli botanici unitamente a quelli della sua collega Emilia Clerici. Io e Dario con l’aiuto di Mariaelena, abbiamo allestito usando materiali poveri, riciclati e /o presenti in Casa Aurora, per confermare la visione della sostenibilità ambientale nella sua concretezza. Gli acquarelli botanici sono in vendita e il ricavato viene devoluto dai pittori, su loro stessa offerta, a Legambiente che qui ha sede. Ho pensato di pubblicare tutti gli scatti dell’allestimento compresi quelli venuti male o mossi per agevolare la conoscenza dell’iniziativa a base del puro e semplice impegno personale dei 3 presenti. Grazie             BR 500 02102015360BR 500 02102015361BR 500 02102015359 BR 500 02102015357BR 500 02102015345BR 500 02102015355

93 Ape Flora a Casa Aurora (Progetto APE °::° il 4.10.15 dalle 16:00 alle 16:30 °::°)

SS iperico, falsa ortica, lolium, veronicaNel contesto del mio #ProgettoAPE (Aula Permanente Emergente Ecologica Educativa) per Casa Aurora a Corsico, si è materializzata con i suoi poteri magici anche l’Ape Flora (#apeflora) che accompagnerà i bambini in un breve ma interessante percorso attraverso l’osservazione della natura, il rispetto e il riconoscimento della biodiversità, dalle 16:00 alle 16:30 previa iscrizione all’attività. Dalle 14:00 alle 18:00 sarà visitabile la mostra di Acquarelli Botanici di Dario Sgarzini e si potranno visionare le tavole del Progetto APE al quale si è aggiunto il progetto del Comitato Genitori Buonarroti. Accurite accurrite!

92 Biciclettate, Museo rurale, cascine lombarde, orto, tree-climbing e acquarelli botanici

Nel passato fine settimana ho preso parte a diverse esperienze collegate alla conoscenza del mondo vegetale, all’arte botanica, alla storia agricola e anche alle pura estemporaneità del tree-climbing, nel sud-ovest di Milano. Tutto molto interessante e coinvolgente ed ecco la carrellata di immagini degli eventi che sono testimonianza di puro e autentico interesse per la Natura.

BR 500 IMG_2920Br 500 IMG_2922BR 500 IMG_2948BR 500 IMG_3006BR 500 IMG_2897BR 500 IMG_2953BR 500 IMG_2890BR 500 IMG_3023BR 500 IMG_3031BR 500 IMG_3045BR 500 IMG_3080BR 500 IMG_2987BR 500 IMG_2965BR 500 IMG_3026                 Tutti ma proprio tutti gli scatti sono di Ebe Navarini TheUnplWrIt’sMe 2015

91 Festival della Permacultura a Bolsena

BR BN IMG_2821Bolsena Amena. Il Festival della Permacultura alla sua II° edizione, quest’anno ha avuto molteplice funzione di raduno simpatizzanti, diplomati, studenti in apprendimento attivo, insegnanti e appassionati e/o curiosi della materia; sede dell’Assemblea Nazionale (monca, purtroppo) dei permacultori italiani; Assemblea Plenaria dell’Accademia di Permacultura con Presentazioni di Medio Percorso e celebrazione Diploma/i; prova generale per l’EUPC2016 che qui si terrà nel 2016. Un gran

Continua a leggere

90 Cuciture e Margini

BRITISH mUSEUM 2007 (63)Si fa presto a dire ‘cucire’ … Non è una cosa da tutti cucire/scucire qualsiasi cosa. Nella cultura orientale, un oggetto che ha subito una lesione acquista valore (qui a fianco una mia foto al British Museum di Londra). Tenere insieme la cose o separarle, è un’arte. A volte si cuciono tesori artistici con anni di lavoro e altre volte si distruggono in una giornata, millenni di storia. A volte si tengono insieme parti della nostra Vita sacrificando la vera Essenza della nostra Anima. Ogni tanto si cuciono e ricuciono gli amori e le relazioni nella convinzione che ne valga veramente la pena o pur di non

Continua a leggere

88 Goffredo Parise: il rimedio è la povertà

P.P.PasoliniLauraBettiGoffredoParise1962 Nella foto dal web, Parise insieme a Laura Betti e PP Pasolini e qui link all’articolo di Goffredo Parise-grazie a Prismi-Pensieri Filosofici Blog

«Questa volta non risponderò ad personam, parlerò a tutti, in particolare però a quei lettori che mi hanno aspramente rimproverato due mie frasi: «I poveri hanno sempre ragione», scritta alcuni mesi fa, e quest’altra: «il rimedio è la povertà. Tornare indietro? Sì, tornare indietro», scritta nel mio ultimo articolo.

Per la prima volta hanno scritto che sono “un comunista”, per la seconda alcuni lettori di sinistra mi accusano di fare il gioco dei ricchi e se la prendono con me per il mio odio per i consumi. Dicono che anche le classi meno abbienti hanno il diritto di “consumare”. Lettori, chiamiamoli così, di destra, usano la seguente logica: senza consumi non c’è produzione, senza produzione disoccupazione e disastro economico. Da una parte e dall’altra, per ragioni demagogiche o pseudo-economiche, tutti sono d’accordo nel dire che il consumo è benessere, e io rispondo loro con il titolo di questo articolo. °°°°° Il nostro paese si è abituato a credere di essere (non ad essere) Continua a leggere

86 Festival Permacultura II° edizione Bolsena 3/6 settembre 2015

Immagine

SIMBOLO Festival di BolsenaFestival Permacultura II° edizione Bolsena 3-4-5-6 settembre 2015

85 Un albero per ogni bimbo-bimba che nasce

Albero-Giornata-Nazionale_fiabe-bambinialbero della vita tribale indianoalbero e bambinoalbero sefiroticoNon è un’idea bizzarra né fricchettona ma una Legge dello Stato e per la precisione la Legge n° 113 del 1992 che obbliga i Comuni con oltre 15.000 abitanti a piantare un albero per ogni bambino nato o adottato. Alla famiglia del bambino-albero, devono essere comunicati tutti i dati relativi all’essenza piantata nel territorio comunale: nome dell’essenza, data di piantumazione, luogo esatto in cui si trova etc etc. Se l’intento è

Continua a leggere

84 TTIP e EXPO sono fratelli gemelli?

Protesters take part in demonstration against Transatlantic Trade and Investment Partnership (TTIP) in Madrid on October 11, 2014. European and US negotiators have been in talks for more than a year to create the world's biggest free-trade and investment agreement, the proposed TTIP. But the ambitious pact has raised an array of concerns about issues including whether it will override local laws, and sharp accusations that negotiations are taking place behind closed doors to protect the advance of corporate interests.  AFP PHOTO / CURTO DE LA TORRE

Udite Udite! Mi sbaglierò sicuramente ma un’idea fantasiosa è in circolazione … e riguarda il nesso tra la grande vetrina della pappa, da tutto il mondo chiamata Expo2015, e il più o meno famigerato TTIP. Sono ‘partiti’ entrambi una decina di anni fa ed entrambi si realizzano nel 2015. La macchina della pappa è già in funzione nel sud-ovest milanese e il TTIP dovrebbe esser ratificato, nonostante quasi nessuno sappia niente e il tutto venga deciso nei salotti di stato e salette tecniche delle multinazionali del petrolio e dell’agroalimentare (appartengono alla stessa famiglia di capitali), entro l’anno.

Continua a leggere

83 Un po’ di contro°informazione: storia di una bottiglia d’acqua (che inquina e impoverisce)

oceano plastica North_Pacific_Gyre_World_MapLINK :: Storia della bottiglia d’acqua in plastica, che ci rende schiavi del mercato, inquina noi, paesi lontani e oceani.

Ormai è quasi impossibile trovare una persona per strada, uno studente, all’università, un appassionato lettore in biblioteca, solo per fare alcuni esempi cittadini, che non abbia con sé la bottiglia personale d’acqua comprata al supermercato o nei distributori automatici (che egualmente troviamo ovunque). Date un occhio a questo piccolo video e poi ne riparliamo …

82 Casa Aurora le sue erbe spontanee e qualche trapiantato

Proseguono rilievo e riconoscimento delle erbe spontanee, che stanno ancora crescendo e ricrescendo (Malva silvestre), nell’area verde della Casa Aurora. Ecco una breve carrellata d’immagini a titolo di aggiornamento. Per la Malva silvestre … mi spiace, dovete passare personalmente …🙂                                                                  SS piretro trapiantatoSS zucca, sorgo, avena, romiceSS iperico, falsa ortica, lolium, veronica               SS calendula, acetosella, festuca, convolvoloSS fico, calendula, erigeron, avenaSS erigeron, festuca, avena, hordeum, crota selvaticaSS bignoniaSS dente di leone, potentilla, avena, silene, galium aparina, erigeron canadensis  SS punica granatum alla sua prima fruttificazioneSS carota selavatica, nasturzio seminato, trifoglio bianco, potentilla               Tutti ma proprio tutti gli scatti sono di Ebe Navarini The Unplugged Writer It’s Me 2015

81 Valore vs Ruolo

Cineraria in giardinoRiflessioni attorno a temi cari.
Leggo dal Devoto-Oli: ““Valore, s.m. 1. Misura non comune delle doti morali e intellettuali o della capacità spec. In ambito professionale (…)* Coraggio ardimento con una particolare sfumatura eroica (…) * arc. Nobiltà d’animo come sinonimo di virtù. 2. Nell’ambito economico, la quantità di moneta pagabile o ottenibile per un bene (…). * Nel linguaggio comune spesso la distinzione esistente fra le accezioni precedenti non appare molto evidente e il termine partecipa sia dell’una che dell’altra (…) ma per lo più si identifica con il prezzo o l’equivalente in denaro (…)” e Ruolo s.m. 1. Elenco nominativo dei componenti di un’organizzazione, di una società o di un gruppo: i r. di un ministero, di una ditta; essere iscritto nei r.; 2. La composizione e l’ordinamento del personale di un’amministrazione o di un’impresa; spesso con riferimento amministrazione statale (…). 4. Parte affidata a ciascun attore in una rappresentazione teatrale o in un film (…). Nel linguaggio sportivo il r. affidato a ciascun componente della squadra (…). 5. In sociologia o in psicologia l’atteggiamento assunto dall’individuo in rapporto alla funzione esercitata e alla interazione tra i comportamenti dei componenti del gruppo o sistema sociale di cui fa parte (…).”

Continua a leggere

80 Sulla Fotografia

IMG_2665“(…) 28. Così, solo nell’appartamento nel quale era morta da poco, io andavo guardando alla luce della lampada, una per una, quelle foto di mia madre, risalendo a poco a poco il tempo con lei, cercando la verità del volto che avevo amato. E finalmente la scoprii.

Era una fotografia molto vecchia. Cartonata, con gli angoli smangiucchiati, d’un color seppia smorto, essa mostrava solo due bambini in piedi, che facevo gruppo, all’estremità d’un ponticello, di legno in un Giardino d’Inverno col tetto a vetri. Mia madre aveva allora (1898) cinque anni, suo fratello sette. Lui teneva la schiena appoggiata alla balaustra del ponte, sulla quale aveva disteso un braccio; lei, più discosta, più piccina, stava di faccia; s’intuiva che il fotografo le aveva detto: ”Fatti più avanti, che ti si veda”; aveva congiunto le mani, tenendole con un dito, come fanno spesso i bambini, con un gesto impacciato. Fratello e sorella, uniti fra loro, io lo sapevo, dalla disunione dei genitori, i quali avrebbero divorziato da lì a poco, avevano posato uno accanto all’altra, soli, in mezzo al fogliame e alle palme della serra (era la casa in cui mia madre era nata, a Chennevières-sur-Marne).

Osservai la bambina e finalmente ritrovai mia madre. La luminosità del suo viso, la posizione ingenua delle sue mani, il posto che essa aveva docilmente occupato senza mostrarsi e senza nascondersi, la sua espressione infine, che la distingueva, come il Bene dal Male, dalla bambina isterica, dalla smorfiosetta che gioca all’adulta, tutto ciò che formava l’immagine di una innocenza assoluta (se si vuole accogliere questa parola nella lettera della sua etimologia, la quale è “Io non so nuocere”) tutto ciò aveva trasformato la posa fotografica in quel paradosso insostenibile che lei aveva sostenuto per tutta la vita: l’affermazione di una dolcezza. Su quell’immagine di bambina io vedevo la bontà che aveva formato il suo essere subito e per sempre, senza che l’avesse ereditata da qualcuno; come ha potuto questa bontà scaturire da genitori imperfetti, che l’amarono male, in poche parole: da una famiglia? La sua bontà era per l’appunto fuori gioco, essa non apparteneva ad alcun sistema, o per lo meno si situava al limite di una morale (evangelica, per esempio); non potrei definirla meglio che attraverso questo particolare (fra tanti altri): in tutta la nostra vita comune, essa non mi fece mai una sola ‘osservazione’. Tale circostanza estrema e particolare, così astratta rispetto a un’immagine, era tuttavia presente nel volto che essa aveva nella fotografia che avevo appena ritrovato. “Non un’immagine giusta, ma giusto un’immagine” diceva Godard. Ma la mia afflizione esigeva un’immagine giusta, un’immagine che fosse al tempo stesso giustizia e giustezza: giusto un’immagine, ma un’immagine giusta. Tale era per me la Fotografia del Giardino d’inverno. (…)”.

Roland Barthes, La camera chiara

78 Casa Aurora :: Progetto APE (Aula Permanente Emergente) :: aggiornamenti

130720155059Nonostante le ardenti temperature estive i lavori alla Casa Aurora di Corsico procedono principalmente nell’idea di restituire fertilità al suolo (Umberto mi ha aiutata in quest’intento) inoltre nell’ipotesi di realizzare un’area con Giardino Sinergico (nei prossimi mesi) ho sistemando con cartoni e paglia. Abbiamo posato il cartello che dichiara il tipo di attività presente sul sito e nel frattempo l’area delle aromatiche si va pian piano configurando. Tra le spontanee è fiorito anche l’Ipericum oltre a carote selvatiche e achillea e una piccola selva di zucche avanza, in mezzo a sorgo e romice. 

BR 300 090720155043BR 300 020620154992-001BR 300 130720155068BR 300 080720155036

BR 100720155049Ci sono insetti impollinatori e altri. In particolare ho notato coppie di bellissime libellule (qui info su sympetrum pedemontanum ) che sono riuscita a fotografare (qui a fianco al centro dell’immagine) mentre la mattina mi capita spesso di trovare alcuni gatti spaparanzati all’ombra della vegetazione spontaneaSe volete contribuire con donazioni di piante aromatiche tipo lavanda rosmarino salvia siete in benvenuti!

Tutti ma proprio tutti gli scatti sono di Ebe Navarini The Unplugged Writer Is’t Me 2015

77 Forme e Natura_3: disegno e colore (aria)

Voi questa Grazia come la chiamate?

_DSC0490_PUP20534u-libellula1024_110_PRMLU228522Aeshna mixta femmina. Porto Palo - (AG). 28 Ottobre 2006brac_leu2Calopteryx virgo Fcoenagrion hastulatum05Libellula_fulva_ODONATALibellula_incesta,_Slaty_Skimmer,I_SOP73Libellula-Blu-a28648586libellula-quadrimaculata-IMG_3248_13Lindenia3l-pectoralis-sitoSympetrum fonscolombii webSympetrum_depressiusculum_female

Fonti: odonataatlante libelluleacta plantorum odonataacta plantorum fauna gallery

Tutte ma proprio tutte le immagini (fatti salvi i copyright) sono tratte dal weeeeeeeb

75 Forme e Natura_1: meravigliarsi è istruttivo (terra)

Qualcuno chiama questo genere d’immagini ‘Natura morta’ ma a me pare così viva l’enigmatica Bellezza della Natura da lasciare senza fiato e senza pensieri. Si potrebbero guardare per ore e non stancarsi. Il lavoro di Blossfeldt, il cui cognome mi ricorda ‘un campo di erbe e fiori’ cristallizza l’enigma e non la Natura stessa. (link: Karl Bloosfeldt bio)

     download (1) download (4) download (5) images (1)             images (13) images (15) images (17) images (23)             images (25) images (27) images (29)images (14)

Tutti ma proprio tutti gli scatti sono di Karl Blossfeldt e prelevati dal weeeeeeeeeeb

74 Libera Scuola di Agricoltura Sinergica Emilia Hazelip alla Tabacca

IMG_2634

Si è tenuta nei giorni scorsi presso la Tabacca protetta dai boschi di castagno dietro Genova-Voltri una riunione di coordinamento della Scuola di Agricoltura Sinergica ( qui ) alla quale sono state ammesse alcune persone vicine alla sinergia a vario titolo. Presenti quasi tutti gli insegnanti della Scuola che con la loro biodiversità danno Vita da anni a Corsi e Percorsi sinergici, appunto. Per quanto riguarda il mio lavoro, avviato 2 anni fa, di censimento degli Orti Sinergici esistenti, ( qui ) si è stabilito di ri-organizzare il tutto partendo dagli elenchi degli allievi dei

Continua a leggere

73 Housing sociale: l’espressione urbana del bisogno di socialità

 BB IMG_2489 BB IMG_2494BB IMG_2492 Su gentile invito, sono andata alla presentazione di CENNI #1 ( qui il teaser del docu-film da Vimeo ) film di Luigi Cutore, regista, mio carissimo amico dei tempi dell’Università. Il film è centrato

  • sul processo di Social Housing che ha portato alla condivisione, da parte degli inquilini, dell’operazione realizzata con fondi sociali di una fondazione bancaria e
  • sulle tecniche e materiali impiegati per la sua realizzazione. Si tratta  di un intervento su grande scala (qui alcune info sul cantiere) con tutte le riserve del caso.

Personalmente rimango ferma sull’idea che non si dovrebbe mai più posare un ‘mattone o altro materiale da costruzione’ su suolo urbano (centrale e periferico) e peri-urbano (definizione) ed anche fermamente convinta che il settore edilizio e architettonico hanno moltissimo su cui lavorare e studiare, alla ricerca di metodi non invasivi nè speculativi per adattare l’esistente ristrutturando, restaurando, adeguando anche impiantisticamente gli edifici storici e industriali (qui per alcune info) secondo tecniche costruttive ‘sostenibili’.

           BB IMG_2524BB IMG_2505BB IMG_2507

Detto questo ho voluto partecipare alla serata di presentazione del film anche per la passione che mi lega al Cinema e alle immagini quindi esprimo mio parere sull’opera-film: dal punto di vista della narrazione l’ho apprezzato molto per il linguaggio dai tempi pacati e lineari oltrechè per il colore pastello della pellicola e il commento sonoro preciso ed emozionale. Le riprese delle persone ossia dei reali protagonisti della storia e del film, sono distaccate e partecipate con cuore. L’autenticità dei personaggi è stata focalizzata come Valore intrinseco della storia risultando coinvolgenti oltre che veramente simpatiche. Consiglio la visione quindi oltre che del documentario anche del film in esso annidato.

IMG_2547

Tutti ma proprio tutti gli scatti sono di Ebe Navarini The Unplugged Writer It’s Me 2015

72 Quando una città si organizza per l’autosufficienza alimentare fa una rivoluzione

C’è sempre da imparare … in questo caso si tratta dell’esempio virtuoso di una cittadina inglese che in tempo di crisi economica ha lanciato l’autosufficienza alimentare e la formazione in tema di nutrizione autogestita, per contrastare la disgregazione sociale provocata dall’incipiente povertà. Cari amministratori pubblici di ieri, oggi e domani … volete prendere nota di questo esempio virtuoso, farne tesoro, alimentarlo, supportarlo e rilanciarlo possibilmente domani stesso? Ecco il link (in inglese) per andare a vedere che il posto esiste veramente >>> Incredible Edible Todmorden (incredibile Commestibile Todmorden)

71 Rivoluzione Verde: ma sappiamo tutti cos’è ‘sta robaccia?

natura rigogliosa 2Senza farla tanto lunga … in questo caso con il termine ‘rivoluzione verde‘ si intende la trasformazione in senso degenerativo della Natura attraverso la manipolazione genetica allo scopo di sfruttare le magnifiche risorse da lei offerte, essendo un sistema in grado di ‘funzionare’ autonomamente, anche in assenza di intervento umano. Gli investimenti di capitali privati/pubblici, nella ricerca scientifica all’interno di privati/pubblici laboratori, hanno avuto lo scopo di arricchire gli investitori che hanno usato manipolazione/controllo/sfruttamento degli ecosistemi su scala intensiva attraverso 

  • manipolazione genetica dei semi
  • fertilizzanti
  • diserbanti
  • fitofarmaci
  • compattamento del suolo
  • mezzi pesanti (che usano combustibili fossili, arricchendo così anche i petrolieri!). Questa finta ‘rivoluzione verde’ ha confinato 
  • i contadini a bordo-campo impoverendoli
  • gli animali negli allevamenti intensivi (lager) annientandone la dignità
  • i semi nei laboratori scientifici creando la dipendenza dei coltivatori

ma portando tutte le merci alimentari nei supermercati. E’ chiaro il passaggio? Nonostante tutto ciò esiste ancora qualcuno che impropriamente usa il termine INNOVAZIONE riferendosi a questo approccio degenerativo. E’ chiaro adesso perchè è tanto importante comprendere la interconnessione profonda dei temi legati dell’Alimentazione con l’Ecologia? E’ chiaro che non ha più senso l’Ecologia da scrivania? E’ chiaro che tutto il sistema si regge grazie alla nostra spesa? E’ chiaro adesso perchè cercare di coltivare l’orto e fare gli orti collettivi, sono ATTI veramente RIVOLUZIONARI? Ma come si fa ad autocelebrarsi ‘rivoluzionari’ senza mettere in discussione tutto il sistema dell’alimentazione? Alcuni links … su: Agricoltura intensiva dal sito Federazione dei Verdi – Rete di Economia Etica e Solidale delle Marche – Alcune definizioni di ‘Rivoluzione’ . Tutte le immagini rigorosamente prelevate dal web.

                     DESERTIFICAZIONE SUOLO img-340x177-

70 Permacultura e Astrologia nel Cambiamento ad Arona

BR 500 IMG_2296BN IMG_2353La Onlus Mater Gaia Arona ha ospitato le mie 2 chiacchierate su Permacultura (per info vedi: Accademia Permacultura ItalianaAstrologia come strumento di Conoscenza nel Cambiamento. Ho condiviso con Lucia Maccagnola la mattinata sulla Permacultura e grazie alla sua disponibilità ho goduto anche dello scambio umano con Frank il falegname, Lea e i suoi nonni. Ecco alcuni scatti delle chiacchierate all’interno di Mater Gaia che svolge parecchie attività interessanti …

           BN IMG_2339BN IMG_2345BN IMG_2348

ed altri scatti della piccola passeggiata sotto acquazzone al Parco dei Lagoni di Mercurago tra un preparativo e l’altro …

                        BR 300 IMG_2382BR 300 IMG_2323BR 300 IMG_2379

                            BR 300 IMG_2381BR 300 IMG_2313

                  BR 200 2015-02-15 16.09BR 300 Ebe e Lucia preparativi (5)BR 300 IMG_2295

Tutti gli scatti (‘gli altri’ …. sono di Frank il Falegname) sono di Ebe Navarini The Unplugged Writer It’s Me 2015

69 EUPC 2016 :: Milano-Firenze in giornata

Ancora un altro passaggio con https://www.blablacar.it alla volta di Firenze e anche stavolta con un ritardo che definirei notevolissimo … ritrovo in santa Maria Novella e poi via in riunione al Parco della Fortezza da Basso il nostro ufficio fiorentino … il gruppo di progettazione dell’EUPC 2016, dell’Accademia di Permacultura lavora con brainstorming, mappe, appunti, parole chiave e creatività! E poi via di nuovo con un altro passaggio https://www.blablacar.it per il ritorno a Milano! Che volata! 

         IMG_2255 2 IMG_2257 2 IMG_2268 2

68 Chi ha paura dell’Arte e degli Artisti? Essere parte nell’Arte: CreAttività e ComUnità

anarch aborigen 2anarch william blake Reddragonercole toglie il mondo dalle spalle di atlanteCharles Baudelaire 2 migliore             BR 300 30012014270 anarch cg jung depressione_creativa_2anarch keith haring

La prima comunità che mi viene in mente, parlando di Arte, e non è un’idea balzana, è quella degli Artisti. Nella storia dell’umanità se ne sono viste di connessioni abortite tra Arte/comunità degli Artisti e Ideologie, Regimi, Propagande, Dittature. I prodotti dell’Arte e

Continua a leggere

67 Permacultura e Astrologia nel Cambiamento :: Festival Sostenibilità di Arona

 

BR 200 2015-02-15 16.09BR 200 IMG_1933

Io e Lucia ci siamo trovate per confrontarci sui materiali preparati per la chiacchierata sulla Permacultura ( che condivideremo giovedì prossimo al Festival della Sostenibilità di Arona http://www.arona.net/eventi/festival-della-sostenibilita/ (io terrò anche il Laboratorio di Astrologia e Cambiamento di paradigma, il giorno successivo). Immaginazione, appunti, mappe, percorsi si sono intrecciati nella visione comune del Mondo che vorremmo vedere e di cui siamo già parte. Ci siamo incontrate per condividere autenticamente ogni aspetto della progettazione attiva sentendoci libere ed è stato bellissimo lavorare in campagna pur essendo vicino alla città, con la brezza estiva che arriva dal lago, in compagnia di una bimba e dei suoi 2 pulcini, dell’albero di cachi e di ogni altra cosa presente. Ogni passo che facciamo nella Direzione della Trasformazione individuale e collettiva ci riguarda e fa bene a tutti.

            BR 200 IMG_1939BR 200 IMG_2290BR 200 IMG_2291

66 Casa Aurora a Corsico (MI) :: Progetto APE (Aula Permanente Emergente)

         BR 500 2 4 2015 1° sopralluogo (1) BR 500 2 4 2015 1° sopralluogo (11) BR 500 2 4 2015 1° sopralluogo (21)

Ad aprile di quest’anno ho fatto il primo sopralluogo con Umberto Giovannini a Casa Aurora attuale sede di Legambiente, Circolo il Fontanile, a Corsico nel S-O milanese. Si tratta di una casa prefabbricata in contesto urbano ma a ridosso di una vecchia cascina (sede di alcuni uffici comunali) circondata da ampi spazi vuoti (non costruiti) e molta luce.

Continua a leggere

65 Bolsena Amena :: EUPC 2016 :: European PermaCulture Convergence

BR 500 IMG_2154

9564d9_5b5ed5f3d1834179a24861252e1090ee.jpg_srz_p_771_661_75_22_0.50_1.20_0

Bolsena Amena! Dopo il Festival di Permacultura voluto e pensato da Luca Puri con l’Accademia di Permacultura a Bolsena nel 2014 http://festivalpermacultura.wix.com/festivalpermaculturadel quale tutti conoscono gli effetti e l’efficacissimo Logo 10497328_1462083247375950_1051160466864355642_o(sul quale sto lavorando per un progetto correlato, con un amico regista di tutto rispetto), abbiamo avviato i lavori di organizzazione della prossima Convergenza Europea di Permacultura o  EUPC 2016 che si terrà appunto nella Bolsena Amena che ci ha ospitati, oltreché che nella casa di Luca, anche in giro per gli interessantissimi siti attorno ai quali ruoterà l’evento di portata internazionale. Nella fase progettuale del Corso del 2014 con Saviana Parodi, le intuizioni fondamentali mi arrivarono dalle componenti energetiche Maschile/Femminile ossia Fuoco/Acqua, del più grande lago vulcanico d’Europa. Sono infatti convinta che la potenza del luogo, sia tutto. L’elemento Terra parla attraverso le Informazioni e la Conoscenza, divenendo Aria e sarà proprio attraverso l’ in-formazione e la Permacultura dell’EUPC 2016 che si attiveranno i Quattro Elementi, protagonisti insieme alla Pratica della Permacultura, che a noi arriva, ma solo quando siamo pronti per riceverla. 

        BR 500 IMG_1969 BR 500 IMG_1987 BR 500 IMG_1992 BR 500 IMG_2025

Alcuni links https://www.permaculture.org.uk/noticeboard/event/convergence/european-convergence-eupc-2016-2016-09-07  http://www.macrolibrarsi.it/libri/__la-terra-e-il-cielo-degli-etruschi-libro.php?pn=3292 http://www.macrolibrarsi.it/libri/__miti_segni-simboli_etruschi.php?pn=3292

                             IMG_1974 2BR 500 IMG_2112

Tutti ma proprio tutti gli scatti dell’articolo sono di Ebe Navarini The Unplugged Writer It’s Me 2015

64 Doggy-bag all’italiana: dall’idea intelligente all’idea firmata o dell’ecologia di superficie

      chicago_h_partb flatiron_building_construction_new_york_times_-_library_of_congress_1901-1902_crop doggy-bag

La prima volta che ho incrociato la doggy-bag è stato a Chicago nel corso del viaggio negli Stati Uniti che Michele aveva donato a noi due nel 1992. Dopo aver incautamente ordinato poco meno di 1 mq di pizza in una grande pizzeria sul lungo fiume Chicago illuminato a giorno, indovina un po’ … avanzammo una enorme quantità di pizza!

Continua a leggere

63 Santa Giulia Rogoredo MI progetto work-in-progress giardini didattici a cura del CdQ

BR 500 IMG_1954 BR IMG_1949

Con la benedicente presenza dell’Arcobaleno su invito di Lorenzo abbiamo fatto un sopralluogo condiviso a Santa Giulia Rogoredo. Per il momento si chiacchiera e si immagina il da farsi tra un piatto di orecchiette con cime di rapa e un’insalata senza derivati animali … ma soprattutto sta nascendo, grazie alla tenacia del principale promotore, Lorenzo Masili, e all’adesione di altre persone residenti

Continua a leggere

62 Passioni Pensieri :: Dimensioni spirituali e Permacultura ::

 

BR 020220154464

http://it.wikipedia.org/wiki/Arne_N%C3%A6ss

D. Holmgren “(…) Per quanto abbia un’impronta essenzialmente materialista e scientifica, la permacultura dipende da una prospettiva ecologica. Le credenze spirituali circa un più alto scopo della Natura 

Continua a leggere

61 Passioni Azioni :: Permacultura secondo D Holmgren :: Impulsi

5 David Holmgren

Paragrafo da ‘Permacultura’ di David Holmgren: Oltre la sostenibilità

(…) Il fatto che non esista una definizione ragionata di sostenibilità ha fatto sì che di questo concetto si appropriassero anche gli spin-doctors del mondo imprenditoriale. Ma anche i concetti più genuini e utili riguardanti la sostenibilità (inclusa la permacultura)

Continua a leggere

60 Essere nel Fuoco :: Arnold Mindell ::

fuoco_1 BR

Alcuni brevi e fulminanti estratti da ‘Essere nel Fuoco’ di Arnold Mindell          (immagine dal web) 

Gli anziani (NdR elder) hanno maggiori abilità dei leader. Amy definisce le particolari capacità di sentire e le attitudini necessarie per essere al servizio degli altri meta-strumenti.

Può darsi che fino a questo momento vi siate considerati dei leader capaci, dei buoni insegnanti o buoni genitori, buoni politici o buoni specialisti dello sviluppo organizzativo.

Oppure siete strateghi che pianificano, calcolano e

Continua a leggere

59 Facilitazione, Collaborazione e Cambiamento a Torri Superiore con Bea Briggs e Lucilla Borio

BR 500 IMG_1799BR 500 IMG_1585BR 500 IMG_1835BR 500 IMG_1679BR 500 IMG_1720BR 500 IMG_1729BR 500 IMG_1615BR 500 IMG_1920

BR 500 IMG_1747

Si è concluso il Corso su Facilitazione, Collaborazione e Cambiamento a Torri Superiore (Ventimiglia IM) con Bea Briggs ( http://english.iifac.org/ ) e Lucilla Borio con la traduzione simultanea della vulcanica amica Genny Carraro (http://www.torri-superiore.org/viverelatransizione/ http://www.torri-superiore.org/viverelatransizione/#democrazia). Oltre alla sottoscritta gli altri partecipanti da tutta Europa erano: Saskia, Erika, Nicola, James, Edoardo, Daniela, Alina, Ave, Flavia, Luigi, Francine, Patrizia.  Continua a leggere

58 Prima di tutto Comunichiamo

Antonia_Pozzi_foto con cane Antonia Pozzi poetessa, con cane (foto dal web)

La comunicazione verbale è qualcosa di misteriosissimo per me. Suppongo di avere una modalità comunicativa alquanto bizzarra in quanto: 

  • mi piace ascoltare ed essere ascoltata fino alla fine delle frasi e quindi dei pensieri. Come posso supporre di sapere ciò che mi stai comunicando se non ti ascolto fino alla fine?  
  • noto che moltissime persone, comprese quelle che studiano e lavorano con i metodi comunicativi non-violenti, mostrano una gran fretta di attribuire significati propri all’espressione altrui. Questo fa parte del metodo non-violento? 
  • nei circuiti culturali digitali si pensa che parlare velocemente o concitatamente sia sintomo d’intelligenza. Si immagina che la velocità della comunicazione informatica trovi un parallelo nella comunicazione verbale. Non è così. 

Denominatori comuni sono la fretta e una certa dose di superficialità. Evoco Empatia e Ascolto prima di tutto. Poi parliamo dei Metodi.

 

57 Plenaria Accademia di Permacultura aprile 2015 a Rialto (SV)

BR 070420154838

BR 110420154933

Anche scrivere un articolo comporta un processo creativo ossia l’aggancio interiore ad un flusso energetico filtrato dall’Intelligenza Collettiva e condivisa nel Campo … e quindi sì … parecchie persone dell’ Accademia le avevo già incontrate negli anni scorsi durante i 

Continua a leggere

56 Wesack del 14 aprile in India

563920_3948940034267_1178686131_n

http://www.wesak-italia.it/index.php?option=com_content&task=view&id=76&Itemid=66

Oggi è Vaisakhi in India o Wesack in occidente secondo la ri-nomina della festa sihk-indo-buddista. La festa per noi è la celebrazione del ‘passaggio’ o Risveglio del Buddha e rappresenta la trasformazione dalla Vita materiale alla Vita risvegliata ove Tutto è Uno tramite la consapevolezza profonda e globale ossia Interiore (mondo individuale) ed Esteriore (mondo collettivo e naturale). Non esiste consapevolezza senza Trasformazione di noi stessi. Trasformazione attiva e costante. La condizione di ‘Risveglio’ non riguarda un titolo onorifico ma una condizione potenzialmente disponibile per ciascuno di noi. Non basta dire per Essere. Non basta volere per Essere. Non basta dichiarare per Essere. Non basta desiderare per Essere. Come la data della celebrazione di Wesack è in movimento da aprile a giugno secondo dati storici e pleniluni … anche il Risveglio può essere mobile soprattutto se rimane nelle parole e negli intenti anziché divenire Vita.

passoinindia

Come ogni anno è tornata la Festa di Vaisakhi in India. Per i nuovi followers del blog (grazieeee!!!) ripubblico l’articolo che ne racconta tutta la tradizione. Eccolo.

Oggi, 14 di aprile, al mio Paese, nell’India settentrionale, festeggiamo, come tutti gli anni in questo giorno, la Vaisakhi chiamata anche Baisakhi, Vaishakhi o Vasakhi. E’ una festa celebrata da noi sikh ma anche dagli induisti e dai buddisti anche se per ragioni differenti. Per gli induisti è l’inizio del nuovo anno, ed è celebrato con bagni, feste e adorazioni. Ai buddisti ricorda la nascita, il risveglio e il passaggio alla via illuminata del Buddha nato come principe Siddharta. Per il sikkismo è particolarmente importante perché commemora il giorno in cui, nell’anno 1699, il decimo Guru Sikh, Gobind Singh, ha istituito il Khalsa Panth, cioè l’ordine dei Puri, che detiene il potere temporale (civile, militare, esecutivo) nella comunità Sikh ed ha…

View original post 714 altre parole

55 :: Le Attività del Festival della Sostenibilità ad Arona ::

563920_3948940034267_1178686131_n(Immagine dal web)

Al Festival della Sostenibilità ad Arona 2 micro interventi su >>

Mondo Interiore e Mondo Esteriore (materiale e immateriale come le relazioni umane) :: Individuo e Collettività ::

Permacultura e Astrologia (la mia esperienza in apprendimento attivo) ::

modi di cambiare il Mondo e modi per cambiare se stessi … infatti come possiamo cambiare il Mondo se usiamo le modalità predatorie che hanno provocato gli attuali problemi?

il blog di cami&juan

Betzavta

Che cosa sono i Diritti Umani? Cos’è la discriminazione? Come si manifestano nella nostra società? Qual è la funzione di una democrazia, e come può essere migliorata? Com’e’ il rapporto con se stessi, con gli altri, e come è possibile migliorarli? Betzavta combina il personale e il politico, riconoscendo che c’è un individuo in ogni processo di gruppo e consentendo un approccio dal basso verso la conoscenza e la formazione di un sé sociale. I temi sono radicati nella formazione della democrazia, ma l’individuo è chiamato a fare i conti con i propri dilemmi. Questa combinazione tra personale e politica è necessaria per trasformare la società e acquisire la consapevolezza di se stessi, al fine di crescere in un gruppo per apportare cambiamenti positivi nella società.

Gift circle

Immaginiamo un mondo in cui la condivisione e il dono incondizionato sostituiscano il sistema economico attuale. La possiamo chiamare l’Economia del…

View original post 1.257 altre parole

54 Riserva Naturale della Casa Rossa Ximenes o Riserva Diaccia Botrona

 

BR Casa Rossa Cavalieri d'Italia diaccia botrona

Qua sopra esemplare di Cavaliere d’Italia (foto dal web) una delle specie ospitate nell’area bonificata della Diaccia Botrona. In realtà girando in zona si scopre che esistono più modi di definire la bella riserva naturale (sulla segnaletica) che si trova tra Grosseto e Castiglione della Pescaia: Riserva della Casa Rossa Ximenes, Riserva naturale provinciale Diaccia Botrona, Riserva della Casa Rossa … Non abbiamo potuto entrare in quanto stagione di accoppiamenti dell’avifauna migratoria presente ma da lontano abbiamo potuto fare qualche foto … Visita consigliata nei periodi giusti Per info e contatto visitate il sito e il Museo http://www.museidimaremma.it/it/museo.asp?keymuseo=22 e anche http://it.wikipedia.org/wiki/Riserva_naturale_Diaccia_Botrona.                     BR IMG_0951 BR IMG_0948 BR IMG_0952

53 Agricoltura Sinergica in Toscana

BR IMG_0737

Mah … sarà che Antonio De Falco è stato il mio maestro di Sinergica http://agrisinergica.altervista.org/ un paio d’anni fa circa e sarà che Valentina mi era stata simpatica da subito … di fatto appena è arrivato l’invito per andare a dare una mano durante il Corso mi sono fiondata in quel di Gavorrano! Diciamo che avevo una buona scusa per tornare in Toscana dalla quale faccio fatica a 

Continua a leggere

51 Expo2015 :: il paradosso dei 20.000 volontari e una proposta improponibile

expo scaffali pieni di prodotti

Probabilmente questo sarà l’articolo più lungo finora pubblicato su questo Blooog con aggiunta della punteggiatura per maggiore chiarezza formale. Inserirò svariati link a Wikipedia nata anch’essa dall’idea e opera di volontari poi trasformata in Fondazione. Indipendentemente dalla piattaforma pincopallino lanciata per mettere in connessione le

Continua a leggere

50 Democrazia Profonda a Milano

2 DD a MI 2015-03-10 16

Ho partecipato a Milano al micro seminario dedicato alla Democrazia Profonda ( qui il link all’intervista del 2011 ad Arnold Mindell di Giuseppe Conoci http://www.aamindell.net/download/translations/conflict-italian.pdf ) con Ana Rhodes

Continua a leggere

49 Yasodhara::Ipazia di Alessandria::Saffo::Pizia di Delfi

Immagine

 

 Yashodara moglie di buddhaipaziasaffosibilla o pizia di delfi

Yasodhara o la spiritualità connessa alla Natura::Ipazia di Alessandria o la passione per i fenomeni celesti naturali e la dissidenza dalle ideologie dominanti::Saffo o la poesia e la bellezza nelle arti::Pizia di Delfi o l’ascolto dei sottili messaggi 

Riconoscimenti e Riconoscenza

48 Autosufficienza spirituale e Autosufficienza alimentare

Citazione

ercole toglie il mondo dalle spalle di atlanteercole toglie il mondo dalle spalle di atlanteercole toglie il mondo dalle spalle di atlante

#Ercole toglie il #Mondo dalle spalle di #Atlante (dal web)

“(…) Autosufficienza spirituale è la Via del Puro Cuore e del Maestro Interiore. Reca salute. Nella debolezza diamo importanza al Ruolo (attribuito da altri) e residua al Valore. Reca danno. Nella forza interiore cerchiamo l’autentico Distacco. Reca salute. Voracità spirituale e materiale sono debolezze. Recano danno. Autosufficienza alimentare e frugalità recano salute.  Recano salute.(…) ” 

ercole toglie il mondo dalle spalle di atlanteercole toglie il mondo dalle spalle di atlanteercole toglie il mondo dalle spalle di atlante

47 #Educazione #Alimentazione ma dove?

Caravaggio Canestra_di_frutta_(Caravaggio)Caravaggio Canestra_di_frutta_(Caravaggio)Caravaggio Canestra_di_frutta_(Caravaggio)

Caravaggio Canestra di Frutta dal web

….e siamo di nuovo a parlare di Alimentazione ma stavolta connessa all’Educazione scolastica Mi trovo in una Biblioteca e incappo in una ‘Lezione’ tenuta da una insegnante a studenti di 1° Media centrata sul tema dell’Alimentazione secondo

Continua a leggere

46 Progettazione partecipata

43BR 013

Progettazione partecipata che non significa ‘facciamo una bella riunione’ rivolgendosi a coloro che sono già presenti al tavolo ma significa inventarsi qualcosa di bello e divertente che possa coinvolgere le persone nella progettazione dal basso ad esempio di un percorso ciclo-pedonale, dell’adeguamento funzionale di un quartiere, di un Parco

Continua a leggere

00 °::° mia proposta : 12 Giorni del Silenzio Umano : secondo le 12 Esperienze Zodiacali e i 12 Principi della Permacultura °::°

BR 2015-01-05 09.44
Quando mi trovo nelle volute della comunicazione umana mi capita di avere cadute di umore e avvii di temporanee depressioni Tutti presenti quando si tratta di esasperare trattenere fraintendere aggiungere caricare controllare scarnire manipolare pilotare sottrarre separare allontanare 
ma oggi comunico l’ufficialità de 

12 Giorni del Silenzio Umano connessi alle

12 esperienze zodiacali e ai 12 Principi della Permacultura

nessuna parola nessuna comunicazione telefonica nessuna televisione nessuna musica in metropolitana solo gesti e scrittura ove servissero e poi osservazione raccoglimento autoregolazione valorizzazione concentrazione progettazione integrazione lentezza lettura attenzione meditazione quiete 

Date dedicate al Silenzio nel 2015:
20.1 / 19.2 / 21.3 / 20.4 / 21.5 / 21.6 / 23.7 / 23.8 / 23.9 / 23.10 / 22.11 / 22.12 
corrispondenti agli inizi delle 12 esperienze zodiacali 

La Natura è il Tempio di tutti non servono sacerdoti né religioni

Ebe Navarini The Unplugged Writer it’s me ©

 

45 Semi di Democrazia Profonda a Milano (ma anche a Torino Firenze Roma)

DDtour-milano

http://www.aamterranuova.it/Ecologia-della-mente/Il-conflitto-come-opportunita 

https://www.facebook.com/groups/semididemocraziaprofonda/

https://iotunoicostruirecomunita.wordpress.com/

43 Un vissuto da volontaria nell’Agricoltura biologica in giro per l’Italia non rinunciando ad Arte Architettura Animali

43BR sepoltura Pompeia a Panta Rei43BR 1043BR 00943BR 243BR 343BR 543BR 01743BR 28448043BR 1704201476243BR 24052014142243BR hfjfkfkfkfk43BR43BR 902201432943BR 0802201429443BR 343BR 543BR 05743BR 09643BR 10943BR 11143BR 20000000043BR 12743BR 2014-07-19 1843BR 5858585huhsd43BR 01343BR 2014-07-13 1843BR 243BR 1043BR 01743BR 0290000043BR hfjfkfkfkfk43BR 1404201472243BR 01052014110143BR 01052014110643BR 03643BR 0003000043BR 2702201435443BR 20052014137943BR Papaveri (3)43BR 25052014143843BR 18082014210743BR 23052014140543BR 20052014138343Br Roma Mostra Frida Kalho 2443BR 23052014141143BR 15082014205343BR 2403201445943BR 22052014139843BR 0702201428443BR 1804201480843BR 0702201429143BR idroEquinox loc43BR 1804201483043BR 2603201456743BR 1902201432843BR 1902201433643BR 1903201442943BR 2702201435943BR 2503201453543BR 03112014298743BR 09112014306543BR 02112014296643BR Passeggiata43BR 00743BR 02743BR 03243BR 03543BR 05543BR 08643BR 19643BR 0643BR 1043BR 1743BR 1643BR 01052014110643BR 2702201435443BR Papaveri (3)

 

Tutti ma proprio tutti gli scatti di questo articolo sono di Ebe Navarini The Unplugged Writer it’s me  

42 WWOOF raccomandazioni per tutti

                    WWOOF volontari 3 WWOOF aziende

Oh sì è fantastico ricevere raccomandazioni (sia come socio-volontario che come socio-azienda biologica) dal wwoof http://www.wwoof.it/it/ perchè sembra di essere parte di un tutto che di tutti si prende cura Sembra che il ‘peso’ nella relazione lavorativa (perchè di 

Continua a leggere

41 Attraversando il Bardo Franco Battiato

BATTIATO BR2

#Fetus https://www.youtube.com/watch?v=Bmv9J1fyu3g #Pollution https://www.youtube.com/watch?v=LQ-zmw4FyUw&list=PLo6cU3gvxuvkWcwxljvbGA4hQgsc27sht&index=1 #Sulle corde di #Aries https://www.youtube.com/watch?v=bM-he4VTDxk&list=PLVkkpBlMfwqje70T7O8eb80Yi-Nu6Gg2A&index=2 i primi 3 titoli della vita da musicista di Battiato che fino a qualche anno fa era un Ariete ora non si sa … dice lui di sé stesso

Il suo lungo Percorso Spirituale attraverso le Arti lo ha portato alla percezione della Soglia Che leggerezza nello sguardo di riconoscimento

BATTIATO SS BR

Tutti gli scatti di questo articolo sono di Ebe Navarini The Unplugged Writer it’s me © 

40 SHIT and DIE (abbondanza-e-morte@usa-e-getta) a Torino

il collettivo umano esprime significati universali attraverso gli strumenti dell’arte e il linguaggio che usa è gergale   

BR TORINO14BR TORINO 6 BR TORINO2 BR TORINO7 BR TORINO8 BR TORINO9 BR TORINO10 BR TORINO11 BR TORINO12 BR TORINO13  BR TORINO15 BR4 TORINO

il collettivo umano esprime significati universali attraverso gli strumenti dell’arte e il linguaggio che usa è gergale  

Tutti gli scatti di questo articolo sono di Ebe Navarini The Unplugged Writer it’s me ©    

 

 

39 Deep Democracy a Chianni o la Fucina di Vulcano

061220143143Considerato l’interesse personale per i Processi di Gruppo studiati da molte persone attive nella Transizione dal Virtuale al Reale e per rivedere le amiche Melania Bigi e Genny Carraro http://www.facilitazione.net/tag/melania-bigi/ ho partecipato al Laboratorio di Deep Democracy che loro hanno organizzato a Chianni sulle colline pisane

Continua a leggere

38 Accademia di Brera Milano: l’Arte in parte di HungryArt

         211120143091 211120143094 211120143100          Evento di Transizione contestuale a Milano! Alcuni docenti dell’Accademia hanno preso molto seriamente la questione dell’assenza di un punto ristoro per gli studenti all’interno dell’Accademia e hanno inserito questo tema nella rete virtuosa delle iniziative legate  Continua a leggere

37 BlaBlaCar viaggiare in condivisione temporanea

2014 giugno Fossacesia Abruzzo 195Eh va beh … considerato che il sistema dei trasporti pubblici tende a

  • costringerci (soprattutto su certe tratte) a prendere certi treni costosissimi e
  • avendo loro soppresso moltissimi (davvero troppi) treni regionali

un’ottima alternativa è il sistema di ridesharing (non carsharing come avevo scritto🙂 mi ha corretto #blablacar in person on #Twtter) con condivisione delle spese di viaggio di http://www.blablacar.it/ E’ vero si usa sempre l’auto con conseguente emissione di CO2 nell’atmosfera ma lo si fa in modo da portare minor danno possibile. L’unica questione da capire riguarda le modalità di guida di coloro che offrono passaggi. A me è capitato di dover vedere un ragazzo alla guida usare continuamente il cellulare per inviare messaggi, consultare l’agenda, rispondere senza auricolare. Oh tutto è possibile se necessario ma avere sempre una mano sul cellulare non è consigliato in nessunissimo caso. Rimane una interessantissima alternativa e anche un modo per entrare in contatto con altre persone e altre vite. Azioni Virtuose illustrate anche dalla Paola Maugeri https://it-it.facebook.com/paolamaugeriimpattozero

???????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????La foto in alto è di Ebe Navarini The Unplugged Writer it’s me © quella in basso è prelevata dal web (grazie)

36 Asini al galoppo in val Bevera

                 1804201480118042014793

Dopo la mattinata passata agli orti gradonati che sembra di stare in Tibet esagerando tallonata dalle 2 cagnole la bionda e la mora salgo alla casa che sta in cima a sistemare i pomodori e innaffiare le piante che ci sono lì in giro Tutta soprappensiero e in assoluto silenzio a parte i suoni del bosco mi avvio per il sentiero sottile di ritorno che passa attraverso i boschi Camminando camminando d’un tratto il mio pensiero vede un animale bianco presentarsi oltre la curva e dopo una frazione minima di tempo i miei occhi riconoscono un asino bianco al galoppo nella mia direzione Faccio in tempo ad accostare la schiena alla terra muschiata per non essere travolta e sentire il ventre dell’animale sfiorarmi Sono ancora frastornata dall’incontro e dalla preveggenza che arriva l’asino nero Capisce il mio sconcerto Si ferma guardandomi con aria interrogativa Gli restituisco lo sguardo e suggerisco di seguire il suo amico bianco su per il sentiero Lui riprende il galoppo e allora zoccolando in salita escono entrambi dal mio campo visivo Sono gli asini di Torri Superiore che solitamente pascolano in aree dedicate ma incontrarli nel bel mezzo del sentiero in un galoppo equino travolgente di tutto rispetto non è cosa comune ma molto molto affascinante

                                         170920142477100920142435 (2)

A proposito di asini alcuni link http://www.ilrifugiodegliasinelli.org/  http://www.thedonkeysanctuary.org.uk/

35 Petizione sulla corretta etichettatura dei prodotti agroalimentari

PETIZIONE petizione_stabilimento-650x300

Dal 13 dicembre 2014 potrebbe scomparire dalle confezioni di prodotti agroalimentari l’informazione sullo stabilimento di produzione A chi non fosse (come la sottoscritta) autosufficiente dal punto di vista alimentare propongo la compilazione online della https://www.politicheagricole.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/8123 e poi chi volesse firmare la petizione segua il link http://ioleggoletichetta.it/index.php/2013/06/petizione-per-tutelare-i-consumatori-e-la-trasparenza-nessuno-tocchi-lindicazione-dello-stabilimento-di-produzione-sulletichetta/

34 PAEA house-mobile a Massa Marittima

041120142992

La house-mobile che si può vedere nel podere di Massa Marittima sede dell’associazione PAEA (Progetti Alternativi per l’Energia e l’Ambiente http://www.paea.it/ ) è ed è stato un Manuale Movibile sul risparmio energetico che ha macinato moltissimi chilometri in Italia e 

Continua a leggere

33 Differenza come Talento

Nella società mono-pensata omologata dogmatizzata mono-genere mono-tip* mono-ton* mono-stazza mono-menù mono-gurù mono-maestr* mono-calligrafica mono-fisico mono-universale (femminili e maschili equamente distribuiti) secondo canoni istituzionali religiosi leaderistici televisivi politici gruppari alimentari si presenta l’idea della differenza come Talento e Valore aldilà dei ruoli auto-attribuiti auto-referenziali. Ma…anche la differenza non può essere oggetto di vanità, ricordi? AnimAzione costruttiva con la Zebra qua sotto

32 Alimentazione Rivoluzione: caccia grossa al cinghiale

alce albero terra cielo

(immagine onirica dal web)

Sollecitata da questa giornata in cui moltissimi cacciatori sono convenuti in zona (Maremma) per la odierna caccia grossa al cinghiale vado a ripescare il breve testo scritto un po’ di tempo fa sul tema della #carne di #cinghiale e proseguo nella riflessione. Non esprimo pareri ma approfondisco un disagio che monta in cuore dovendo sentire gli spari dei fucili dovendo vedere i falò che circondano i cinghiali sul limitare del bosco

Continua a leggere

31 ZebraFarm Orvieto

acqua del mattinoAllora. Dopo il 2° corso in #permacultura durante il quale desideravo approfondire alcuni degli elementi già acquisiti ed esperirne di nuovi avevo in mente di scrivere un altro testo che per qualche misteriosa ragione non ha preso corpo Dirò solo che #Zebrafarm è un’ aula didattica

Continua a leggere